Arrivederci, Federica!

Questa settimana abbiamo salutato l’assistente italiana, Federica, in partenza per l’Italia. Finite le lezioni, sta per cominciare il periodo di esami (prove di certificazione). In bocca al lupo ai candidati! E tantissimi Auguri di buone e meritate Vacanze a tutti!       Anuncios

Primo premio livello basico (A1-A2) del concorso letterario “Perché leggere?”

IL NOSTRO LIBRO

– Papà, leggimi questo libro!

A casa mia si sentivano le voci dei personaggi del vecchio libro che il mio papà mi leggeva ogni sera.

I miei nonni non sono mai andati a scuola perché dovevano lavorare. Ma quando si sono sposati ed è nato mio padre, entrambi si sono promessi che con i loro figli non sarebbe accaduto lo stesso. Il primo regalo per il mio papà è stato quel libro.

Non ho saputo fino ad oggi l’origine di quel libro che mi piaceva così tanto. Oggi, che sto guardando la mia bambina sul divano, con il vecchio libro sulle sue gambette.

– Mamma, leggimi…


Per leggere il primo premio della gara, andate al post del 28 aprile. Per leggere i testi di tutti i partecipanti:  http://es.padlet.com/wall/ut23qq3gtn8a (laboratorio di scrittura).

Festa della liberazione e di San Marco. Eventi presso l’EOI di Albacete

Lo scorso 25 aprile, anniversario della liberazione d’Italia e festa di San Marco, patrono di Venezia, si sono svolte le seguenti attività presso l’EOI di Albacete: Benvenuto e introduzione sulla ricorrenza Presentazione del libro “Il sentiero di nidi di ragno” di Italo Calvino (Sandra Díaz, 5ª … Continúa leyendo Festa della liberazione e di San Marco. Eventi presso l’EOI di Albacete

Primo premio concorso letterario “Perché leggere?”

Leggere per…

Scegliere fra una balena bianca ed un capitano zoppo.

Capire che la cipolla è brina, angusta e povera.

Sognare che l’isola non è deserta ma piena di cannibali.

Conoscere le domande che devo fare ai miei genitori e le risposte che darò ai miei figli.

Riconoscere quando i mulini non sono a vento e rimanere col dubio permanente di essere o  non essere.

Sentire il profondo piacere che significa il mondo dell’immaginario.

Chiudere un libro senza sapere se scappa una furtiva lacrima o forse un sospiro.

In confidenza: è l’unica cosa che il dottore mi permette ancora.

Andrés García. Corso monografico.

Foto da Internet